08 mag 2009

Venerdì sera...

Va bene , lo so, come Venerdì sera non sembra granché, ma vedetela dal mio punto di vista...

Avete appena finito una settimana a lavorare fino a mezzanotte a risolvere problemi informatici.

Siete appena tornati a casa dopo avere perso l'ultimo metro ( quindi a piedi)

È l'una di notte e state morendo di fame .

Se siete nella situazione sudetta, ebbene, birra e salsicce sono una FIGATA INNOMINABILE.

Questo mi ha dato anche l'occasione per testare un regalo che mi sono fatto poco tempo fa.

Ceramica elettronica

Essere un ceramista negli anni duemila è una goduria ( parlo per esperienza personale), fai la fame esattamente come i tuoi antenati ma hai duemila modi diversi di farlo e hai clienti che non comprano i tuoi vasi non solo nella tua città, ma su tutto il pianeta.

Non so se sia anche l'idea di Brandon Phillips di Support your local potter, ma forse lui non dovrebbe preoccuparsene piú di tanto visto il suo indubbio talento.

Le forme che Brandon crea sono semplici, lineari e la sua capacità di usare le imperfezioni dell'argilla per dare un movimento peculiare alla terra le rendono sempre originali.

Ma dove veramente questo artista eccelle, sono gli smalti.

Una palette consistente di ocra e marroni, costante, fluida. L'occhio mai stanco scivola sulle piccole pieghe della terra, come se guardasse un morbido e invitante piumone.

Prendere in mano uno dei suoi vasi è come ricominciare da capo un altra volta.

Semplice, appagante, con la pelle che beve tutte le perfette imperfezioni dell'argilla mentre scivola sulla superficie.

Va da se che quando il 23 maggio Scorso Brandon ha aperto il forno non potevo esimermi dal comprare questo








Via su, che senso ha vivere in Belgio se non puoi apprezzarre una buona birra con un boccale che sia all'altezza?

Naturalmente ogni test prevede stadi successivi, non serve a nulla sprecare una Mac Chouff su di un boccale di cui non conosci le dinamiche.

Ogni birra ha bisogno del suo recipiente e reagisce differentemente alle forme ( non mi credte? venite a vedere quanti bicchieri diversi esistono qui) per cui per il primo test mi sono limitato ad una popolare Stella Artois.

Il boccale si è subito dimostrato perfettamente impermeabile, per cui, anche se l'avevo inumidito la schiuma si è sollevata copiosa ( non ha aiutato la strozzatura al centro) quindi a mio avviso questo boccale sarà piú adatto alle birre scure o alle triple molto dense ( poco male, ho un altro boccale piú svasato per le bionde).





A questo punto non restava che fare compagnia alla bionda signora con una bella salsiccia affumicata polacca tagliata grossolanamente ed accompagnata da un robusto Cren e un pò di formaggio ed ecco che questo Venerdì è finito meglio di quanto sia cominciato il mio Lunedì ;)



Buon fine settimana ;)

1 commento:

medusa ha detto...

te lo dico: la consistenza della ceramica mi fa impazzire!
a vederlo dalla foto poi codesto boccale pare di seta! liscio con quelle imperfezioncine meravigliose proprie della lavorazione a mano, quasi morbido al tatto!
(e la salsiccia finale, boja dè: l'ha proprio il su' stile)