20 mag 2009

Piccolo aggiornamento

Linux ha enormi qualità e potenzialità.

Fra le qualità c'è quella di essere solido come una roccia immersa in un bagno di cemento e fuso in un blocco d'adamantio parcheggiato sotto il Monte Bianco 

Detto questo, se lo date in mano al disgraziato sottoscritto, con la mia maledetta mania di installare qualsiasi cosa trovi carina "per provare"  le cose sono leggermente meno rosee.

Sono due anni che non reinstallo il mio sistema operativo, il che non è male per una macchina privata.

Va detto che due anni di sperimantazioni si facevano sentire anche su una macchina paziente come la mia e, oramai, ogni volta che accendevo la mia sessione il mio computer cominciava a guardarmi con un aria da "Sei ancora qui? Non avevi da morire male in un incidente d'auto?"

Fosse per me avrei anche continuato, ma onestamente sentire Konqueror che si metteva a frustare i criceti sulla ruota per farli andare piú in fretta ogni volta che cliccavo su un link cominciava a darmi sui nervi (e non vi dico ai criceti)

Così, ho preso il coraggio a due mani e domenica notte ho installato l'ultima Kubuntu.

Indovinate un po?






La magia è tornata :)

3 commenti:

Zen ha detto...

Immagino che non ti vada di festeggiare levando 'sta cavolo di musica dal blog, vero? :D

Fab

Capricorn ha detto...

No, ma fra un paio di giorni cambio disco :))

medusa ha detto...

hem, quoto zen e aggiungo: bello, eh? bellissimo post, davvero...

(sì, ma d'icché si parla, che unn'ho capito nulla? -_-")